hello@fishouse.it
Piazza della Serenissima, 20 int 9
31033 Castelfranco Veneto (TV)

(+39) 0423 494266

Lunedì - Venerdì
9:00 - 13:00 / 14:00 - 18:00

I social media spesso rappresentano un’occasione persa. Molte aziende investono su Facebook, Instagram e Pinterest senza ottenere un ritorno in termini di vendite che vada oltre il pareggio. Se va bene. Il problema è che spesso la strategia di marketing non ha obbiettivi precisi, il che si risolve in conversazioni, messaggi e condivisioni inconcludenti.

Il fatto è che queste attività di engagement sono touch points importanti per commercializzare un prodotto o fare branding. D’altro canto, gli utenti social sono il pubblico più difficile da convincere ad acquistare o informarsi di più, ma riuscirci può portare a un sensibile aumento di fatturato. Vediamo quindi 3 soluzioni per trasformare una pagina in un social e-commerce che converte.

1) Definire una call to action per ogni situazione

Si tratti di un commento sotto un post, un messaggio oppure una condivisione, è necessario individuare delle risposte che invitino l’utente a compiere un azione, che può essere visitare una pagina, approfondire la conoscenza di un prodotto e così via. Ringraziare e rispondere in modo pertinente non basta, si deve condurre la conversazione in una direzione precisa, che porti al conseguimento degli obbiettivi della strategia.

 

2) Offrire un supporto clienti tempestivo

Secondo uno studio di Microsoft del 2016, il 60% dei clienti che rinunciano all’acquisto lo fa a causa di un servizio clienti poco efficiente, dato confermato da una ricerca pubblicata a gennaio sulla Harvard Business Review: i consumatori che incontrano un servizio clienti di qualità spendono il 140% in più in rapporto a chi ha incontrato difficoltà in fase di assistenza. App come Messenger e Whatsapp Business oggi permettono di gestire il rapporto con il cliente in modo efficiente e creativo.

 

3) Implementare soluzioni integrate

Software come Shopify permettono di trasformare un profilo Pinterest o Instagram in una vetrina che porta al carrello degli acquisti in due click. In questo modo il customer journey si accorcia e si catturano gli acquisti impulsivi.

 

Inoltre arrivano segnali interessanti sia dagli USA, con Facebook che sperimenta i pagamenti via Messenger e Snapchat un carrello acquisti nella sezione Discovery, sia dall’India, dove Whatsapp ha introdotto la funzionalità di pagamento P2P (person 2 person) per micro-transazioni, che insieme alle app di mobile banking promette di rivoluzionare l’economia digitale.

Se desideri implementare queste attività nel tuo business, contattaci o vieni a trovarci.

 

Sitografia di riferimento

Snapchat’s new Snap Store teases in-app commerce potential – Techcrunch

How customer service can turn angry customers into loyal ones – Harvard Business Review

2016 State of global customer service report – Microsoft 

Whatsapp P2P payment feature expected in December – Business Insider

 

Iscriviti alla nostra newsletter restiamo in contatto.