hello@fishouse.it
Piazza della Serenissima, 20 int 9
31033 Castelfranco Veneto (TV)

(+39) 0423 494266

Lunedì - Venerdì
9:00 - 13:00 / 14:00 - 18:00

Inseguire competitors e tendenze di mercato porta all’insuccesso. Un esempio su tutti: Instagram va fortissimo, lo confermano i dati. Le aziende che lo sfruttano meglio si sono mosse per tempo, poi a ruota sono seguite le altre, anche quelle che non ne avevano bisogno, sprecando tempo, soldi e idee. Salvo gli early adopters (detti anche trend setter), le aziende followers sbagliano a definire il loro marketing perché imitano, ma non pianificano. 

La soluzione? Affidarsi ad un’agenzia esperta come Fishouse, che sappia definire un’analisi preliminare e la strategia di digital marketing secondo questi sette 7 punti chiave.

 

1. Conoscere i propri avversarsi

Per diventare forti in qualcosa è importante guardare sia ai migliori che ai peggiori: dei primi si studiano i successi, dei secondi gli errori. L’importante è farlo con metodo, continuità e competenza nell’utilizzo degli strumenti di analisi e intelligence.

2. Ascoltare e coinvolgere i clienti

Pensare al cliente come un soggetto attivo è fondamentale: gli utenti producono il 25% dei contenuti. Il punto è riuscire a gestire questa forza a proprio vantaggio, cosa che può rivelarsi difficile, sopratutto nell’ambito del B2B.

3. Ritagliarsi uno spazio di manovra

In altre parole, diversificare. Affrontare aziende con budget superiori di quello a disposizione è uno scontro perso in partenza. Meglio elaborare tattiche che sfruttino a pieno le proprie risorse: poche cose, ma fatte bene.

5. Definire un budget smart

Evitare sprechi significa trovare tempo e budget ottimizzando la gestione delle risorse: si può dedicare più attenzione a processi secondari, ma non meno importanti, come il follow-up dei clienti, la customer experience e il re-marketing.

6. Sfruttare i passaggi segreti 

I dark social (ovvero e-mail e app di messaggistica) sono e rimangono percorsi poco battuti. Il segreto in questo caso è sperimentare con consapevolezza. La strada potrebbe condurre ad una delle mete più ambite del direct marketing: la rubrica di WhatsApp. 

7. Osservare e analizzare

Definire tempi, metodi e best practices per monitorare con costanza il mercato di riferimento è vitale. Permette di studiare i competitors, nonché capire come sono cambiati gusti e aspettative dei clienti, adattando le tattiche di marketing di conseguenza.


Questi sette punti sono la base di ogni digital strategy sviluppata da Fishouse, che tiene conto non solo delle richieste e degli obbiettivi del cliente, ma anche del mercato in cui si muove, delle aziende concorrenti e delle fasce di prospect di riferimento individuate.

 

Hai bisogno di una consulenza? Contattaci ora o vieni a trovarci

 

 

Sitografia di riferimento

MIT Sloan Management Review: Using Analytics to improve customer engagement

Harvard Business Review: Fix Your Social Media Strategy by Taking It Back to Basics 

Harvard Business Review: Conducting a Social Media Audit

Harvard Business Review: The Basic Social Media Mistakes Companies Still Make 

Digiday UK: Analytics nightmare: 82 percent of mobile sharing is done through dark social

 

Iscriviti alla nostra newsletter restiamo in contatto.